spacer
Sede Ente Parco Beigua (Muvita)
Home » Ente Parco » Newsletter » Dicembre 2015

Il Geoparco Globale del Beigua diventa il terzo sito UNESCO in Liguria

Riconosciuta dall'UNESCO la lista di 120 geoparchi in tutto il mondo

Dopo i Palazzi dei Rolli e il centro storico di Genova, Portovenere e le Cinque Terre nello Spezzino anche il Parco del Beigua, tra Genova e Savona, viene riconosciuto dall'UNESCO all'interno della lista dei Geoparchi Globali.  E con questo salgono a tre i siti formalmente riconosciuti dall'UNESCO in Liguria.

Lo scorso 17 novembre, l'Assemblea Plenaria, in rappresentanza di 195 Stati, in occasione della 38^ Conferenza Generale che si è appena conclusa a Parigi, ha approvato la creazione di una nuova categoria di siti UNESCO: i Geoparchi mondiali UNESCO (UNESCO Global Geoparks).

Una lista che comprende 120 geoparchi a livello internazionale, distribuiti in 36 Paesi del mondo, di cui 69 in Europa e 10 in Italia. In questa prestigiosa lista compare anche il comprensorio del Parco del Beigua, territorio tutelato dall'UNESCO per lo straordinario valore del patrimonio geologico e per gli strumenti di gestione applicati di concerto con le amministrazioni locali.

Nella sostanza il comprensorio del Parco del Beigua, riconosciuto fin dal 2005 come Geoparco nell'ambito delle reti internazionali, acquisisce adesso lo status di sito UNESCO in quella che è, a tutti gli effetti, la terza lista ufficiale a fianco della Lista del Patrimonio dell'Umanità e della lista delle Riserve della Biosfera MAB.

Entusiasta il commento dell'Ambasciatore Italiano presso l'UNESCO a Parigi Vincenza Lomonaco: "I Geoparchi sono una realtà straordinaria ed importante del nostro Paese che merita di essere consolidata sia a livello nazionale che internazionale. Occorre rendere ancora più visibile il lavoro attento, importante e fondamentale realizzato dai Geoparchi Italiani e individuare nuove iniziative che possano mettere in prima linea il nostro Paese anche sul tema della tutela e della valorizzazione del patrimonio geologico".

"Si tratta di un riconoscimento molto prestigioso di cui siamo orgogliosi – spiega l'Assessore Regionale all'Ambiente Giacomo Giampedrone – che vuole premiare non solo le caratteristiche ambientali e storico-culturali del sito del Beigua, ma anche le modalità gestionali adottate per valorizzare e promuovere lo sviluppo locale in questo territorio e che costituisce una formidabile opportunità di visibilità e di promozione turistica".

"Entrare nella lista UNESCO è certamente una straordinaria occasione  per il comprensorio del Beigua  – afferma il Presidente del Parco Daniele Buschiazzo – che viene fornita alle amministrazioni locali, alle imprese ed agli operatori economici impegnati nel settore per promuovere ed incrementare il turismo (naturale, culturale, sportivo, ricreativo, gastronomico, scolastico, religioso) in una porzione di territorio regionale di grande importanza, collocata tra le città di Genova e Savona. Un premio anche alla lungimirante gestione di Dario Franchello, che mi ha preceduto alla presidenza del Parco e che ringrazio per questo ambizioso risultato raggiunto proprio al termine del suo mandato."

share-stampashare-mailshare-twittershare-facebook