spacer
Sede Ente Parco Beigua (Muvita)
Home » Ente Parco » Newsletter » Marzo 2016

Le giornate del Biancone: iniziano le migrazioni nel Parco del Beigua

Appuntamento domenica 13 marzo 2016 con il Biancone Day

La scorsa settimana uno spettacolare passaggio di gru nei cieli di Cogoleto ha aperto la stagione delle migrazioni primaverili che sono ormai un appuntamento fisso per gli appassionati di birdwatching, che ha il suo culmine nel Biancone Day, la giornata dedicata a questi splendidi rapaci diurni che nel mese di marzo percorrono la rotta dei contrafforti sud orientali del Parco del Beigua e della Z.P.S. Beigua - Turchino, area segnalata come il principale punto di passaggio in Italia e uno dei maggiori del bacino mediterraneo.

Lo scorso anno, nonostante le avverse condizioni meteorologiche, nel corso della migrazione pre-riproduttiva sono stati osservati 1352 esemplari di Biancone che nelle giornate centrali di marzo hanno attraversato i cieli del Parco del Beigua.

Quest'anno l'appuntamento con il Biancone Day, organizzato in collaborazione con LiPu e con la partecipazione di EBN Italia, è domenica 13 marzo sulle alture di Arenzano: attrezzati di binocolo o cannocchiale gli appassionati birdwatcher scruteranno i cieli per seguire il passaggio dei Bianconi diretti ai siti di nidificazione della penisola italiana e dell'est Europa.

Nel corso della giornata sarà possibile visitare il Centro Ornitologico e di Educazione Ambientale in località Vaccà, dove l'esperta del Parco vi coinvolgerà con il racconto di tante curiosità sui comportamenti e le abitudini degli uccelli dell'area protetta e saprà dare utili indicazioni per riconoscere le varie specie osservate.

In mattinata sarà disponibile un servizio di navetta gratuito dalla sede del Parco del Beigua di Arenzano fino all'area verde attrezzata in località Curlo. Per informazioni e prenotazioni contattare l'Ente Parco (tel. 010.8590300 - 393.9896251– www.parcobeigua.it).

L'arrivo dei Bianconi sarà preceduto da due interessanti incontri curati da Luca Baghino, esperto ornitologo del Parco del Beigua, che ci aiuterà a capire meglio le dinamiche delle migrazioni:

share-stampashare-mailshare-twittershare-facebook