spacer
Tritone alpestre (M.Campora R.Cotalasso)
Home » Biodiversità » Zone umide

Pian Canei

Caratteristiche generali: Si tratta di una zona pianeggiante piuttosto estesa caratterizzata al centro da un canneto con ristagno stagionale d'acqua, circondato da prati umidi.

Localizzazione: versanti orientali del Monte Sciguelo

Accessibilità: non raggiungibile direttamente tramite strade o sentieri segnalati.

Geologia: substrato costituito da serpentinoscisti. L'origine della zona umida sembra dovuta a fenomeni franosi provenienti dal monte Sciguelo.

Fauna: nelle piccole pozze nascoste dal cannetosi riproduce la rana temporaria (Rana temporaria). Tra i predatori di questo anfibio é possibile osservare la natrice dal collare (Natrix natrix) e la natrice viperina (Natrix maura). Nel periodo invernali l'area è meta frequente per le beccaccie (Scolopax rusticola), mentre cinghiali (Sus scrofa) e caprioli (Capreolus capreolus) si osservano facilmente tutto l'anno, numerose le specie di libellule, le cui larve si nutrono soprattutto dei girini della rana temporaria. 

Flora: cannuccia di palude (Phragmites australis), ranuncolo acquatico (Ranunculus flammula), farferugine (Caltha palustris), pennacchio a foglie strette (Eriophorum angustifolium), trifoglio fibrino (Menyanthes trifoliata), parnassia (Parnassia palustris), equiseto di palude (Equisetum palustre), gentiana mettimborosa (Gentiana pneumonanthe), rincospora (Rhynchospora alba).

Capriolo
(foto di PR Beigua)
share-stampashare-mailshare-twittershare-facebook